Non Regolamento MeetUp

Qui il link al documento originale con tanto di commenti: http://goo.gl/Mprwq


Non Regolamento - MeetUp Senigallia

L’obiettivo di ogni articolo è quello di risolvere problematiche condivise dal comune senso di democrazia, trasparenza ed equità.


- Definizioni -

MeetUp
Il MeetUp è una piattaforma web atta a promuovere l’incontro di persone con interessi comuni. Nel nostro caso, esso si configura come un veicolo di confronto e di consultazione suggerito a suo tempo nel blog di Beppe Grillo per affrontare temi di importanza civica.
Può esistere uno ed un solo MeetUp del Movimento 5 Stelle Senigallia a causa della struttura della piattaforma. Difatti questo MeetUp non è stato creato da zero, bensì rilevandolo da un altro gestore e riattivato in seguito ad un periodo di inattività.


Res Publica
E’ un’associazione nata per sopperire a varie necessità: l’occupazione di un suolo pubblico per banchetti, la prenotazione di una sala conferenze, la regolarizzazione delle eventuali spese e tutti quegli aspetti che, nell’organizzare la vita del gruppo, hanno bisogno di una certa formalità e di un certo valore legale.L’associazione non è il MeetUp, nè tantomeno ne è l’espressione; va piuttosto intesa come un suo strumento, volto a supportare tutte le operazioni sopra descritte.
Le spese per la creazione dell’associazione sono state sostenute volontariamente da alcuni membri del MeetUp, i cui nomi sono rintracciabili nel fascicolo “Contribuenti Associazione” (non ancora creato) dove vengono riportati nome, cognome e importo donato. Nelle stesso fascicolo si può visionare lo statuto della associazione.


Organizer e Co-Organizer del MeetUp
( non ancora scritto )


- Articoli -

Articolo 0 - La definizione, le persone, l’associazione e il MeetUp


A) Si riconoscono in questo gruppo tutte le persone che:


B) L’associazione “Res Publica” è stata creata al puro scopo di semplificare alcune operazioni per l’interazione con le istituzioni pubbliche o cose similari, non rappresenta il gruppo e l’iscrizione non comporta l’acquisizione di diritti o doveri all’interno del gruppo.

C) In linea con i valori del MoVimento 5 Stelle ogni componente del MeetUp ha parità di diritti. Tale valore viene riassunto con l’espressione “uno vale uno”.
Non esiste un organo direttivo né un esecutivo, gli iscritti al MeetUp seguono il modello di organizzazione orizzontale nel quale le decisioni vengono prese tramite un confronto democratico descritto nell’ Articolo 3.


Articolo 1 - Gestione MeetUp

Il MeetUp in quanto strumento della collettività e vista la natura della sua unicità non può essere la proprietà di nessuno ne tanto meno gestito da un unico utente ma bensì cogestito da un numero di utenti che potrebbe verosimilmente aggirarsi intorno alla decina di persone. Il numero e le persone stesse designate alla gestione diretta del MeetUp (inteso come spazio web) potrà modificarsi nel tempo senza però mai ritornare ad una dimensione elitaria e ristretta ponendo a 5 il numero minimo di cogestori.
I gestori verrano eletti a rotazione tramite il Meetup, garantendo trasparenza a tutti i partecipanti dello stesso.

ALTRA PROPOSTA PER ARTICOLO 1

Il MeetUp è cogestito da un gruppo di utenti (Vedere Iscritti-Leadership Team) costituito da un Organizer e da almeno 4 Co-Organizer.
A questo gruppo  è demandato il compito di aggiornare le discussioni, i calendari delle iniziative e gli eventi, e cancellare post e discussioni qualora siano in violazione delle regole del meetup. Avranno altresì il controllo e la supervisione in merito al rispetto delle altre regole del meetup e il potere decisionale riguardo i provvedimenti da adottare nei confronti dei trasgressori. Coloro che non rispetteranno queste regole potranno essere espulsi dal meetup dopo opportuno richiamo.



Articolo 2 - Diritto Accesso al MeetUp
L’adesione al Meetup non prevede formalità maggiori rispetto alla registrazione ad
un normale sito Internet, nel dettaglio andranno forniti i seguenti elementi:
- Nome e Cognome, data di nascita e città di residenza;
- una foto con volto riconoscibile da utilizzare nel proprio profilo;
Il Meetup è aperto a tutti i  cittadini maggiorenni che non
facciano parte, all’atto della richiesta di adesione, di partiti politici o di associazioni aventi
oggetto o finalità in contrasto con quelli del non-statuto del Movimento 5 Stelle.
Potranno poi essere esclusi dal Meetup coloro che avranno toni offensivi e volgari e che non avranno effettuato un accesso almeno ogni 60 giorni o partecipato ad almeno una riunione ogni 90 giorni, senza dare risposta ai richiami dell’organizer.

ALTRA PROPOSTA PER ARTICOLO 2

L’adesione al Meetup non prevede formalità maggiori rispetto alla registrazione ad
un normale sito Internet, nel dettaglio andranno forniti i seguenti elementi:
- Nome e Cognome, data di nascita e città di residenza;
- una foto con volto riconoscibile da utilizzare nel proprio profilo;

A ciascuno dei membri è garantita la possibilità di partecipare, secondo le proprie aspirazioni, passioni, competenze, disponibilità di mezzi e tempo. Il gruppo riconosce il valore di ogni singolo contributo, che sia esso intellettuale, materiale o agito.
Sosteniamo l’idea che la valorizzazione del positivo abbia in sè un maggiore potere costruttivo e migliorativo.
Nel caso in cui qualcuno volesse proporre la cancellazione di un membro dovrà sottoporre le sue motivazioni al giudizio del gruppo all’interno di un post. La decisione finale verrà presa a maggioranza attraverso una votazione, tramite lo strumento “sondaggio”, che sarà pubblicato dopo 10 giorni dalla creazione del post, per dar spazio ai commenti e che resterà attivo per altrettanti 10 giorni sul Meetup per consentire la votazione a tutti.

Articolo 3 - Gestione Interna e Modello Orizzontale
Il gruppo di cittadini iscritti a questo MeetUp adottano come modello organizzativo una struttura definita “orizzontale”.
In tale struttura non esistono organi o figure di direzione con poteri esecutivi superiori rispetto agli altri membri del gruppo ma piuttosto dei portavoce che agiranno in base alla volontà del gruppo.


3.1 - La sede
La “Sede” del gruppo MeetUp coincide con l’indirizzo web http://www.meetup.com/Meetup-M5S-Senigallia/.
I contatti con il gruppo sono assicurati esclusivamente attraverso posta elettronica
all’indirizzo m5s.senigallia@gmail.com .
Non esiste una sede relae e concreta, la sede del gruppo è ufficialmente ed unicamente la piattaforma web MeetUp.
Qualsiasi altro luogo d’incontro deve essere ritenuto un semplice luogo fisico, avente lo scopo di favorire uno scambio reale fra i membri del gruppo; ad esso non deve pertanto essere attribuita alcuna ufficialità e non va quindi considerato come sede.

3.2 - Il portavoce
Per organizzare le attività del gruppo ed agevolare gli incontri fisici il gruppo deve eleggere un portavoce.

3.2.1 - L’elezione
L’elezione del portavoce dovrà essere effettuata tramite un sondaggio dentro il gruppo MeetUp. Le opzioni del sondaggio saranno costituite direttamente dai nomi dei candidati che volontariamente avranno fatto richiesta per proporsi al ruolo in questione.
Verrà dichiarato vice-portavoce il secondo in termini di risultato.
La carica di portavoce e vice-portavoce avrà durata semestrale; alla scadenza del termine verrà fatta una nuova votazione in cui verranno automaticamente inseriti fra le opzioni il nome del portavoce e del vice-portavoce uscenti a meno di un esplicito diniego.

3.2.2 - I diritti, doveri e poteri del portavoce
Il vice-portavoce in presenza del portavoce sarà considerato un membro al pari degli altri, in assenza però rivestirà la carica di Portavoce. In casi di assenza prolungata del Portavoce sarà obbligatorio ricorrere a nuovo sondaggio di elezione.
Ad ogni votazione cambieranno l’Organizer e i Co-Organizer. Il Portavoce diventerà quindi l’organizer del MeetUp ed il vice diventerà cogestore.
Il portavoce dovrà chiedere la disponibilità ad almeno 3 membri (vedi Art 1)  del gruppo per diventare cogestori.
Il Portavoce dovrà fare da moderatore alle discussioni sia sul MeetUp sia nelle evutali sedi fisiche.
Nell’eventualità che una discussione riguardante argomenti del MeetUp duri più di una settimana all’interno della piattaforma il portavoce dovrà creare un sondaggio che ponga all’attenzione del gruppo la problematica e risolva il problema con la votazione.

3.3 - Le Proposte, le discussioni e l’assemblea
Il gruppo MeetUp si prefigge l’obiettivo di contribuire alla risoluzione dei problemi dei cittadini.
I momenti d’incontro live devono essere focalizzati sull’aspetto attivo e sulla risposta a problematiche che necessitino di un confronto verbale partecipato.
L’assemblea non deve essere vista come occasione per esprimere il proprio personale parere, per questo c’è la piattaforma, ma piuttosto come situazione utile alla condivisione di azioni comuni, comunicazioni al gruppo, utile anche al resoconto sul lavoro delle commissioni che consenta a tutti di maturare uno sguardo d’insieme.
Essendo fortemente convinti dell’utilizzo della rete come piattaforma di confronto sarà obbligo dei partecipanti del gruppo discutere dei problemi attraverso la rete così da aver traccia di quanto detto. L’assemblea servirà per poter dare modo al portavoce di riassumere ai presenti l’attività svolte fin’ora da tutto il gruppo.
Se dovessero nascere discussioni all’interno del gruppo il Portavoce avrà il potere di invitare tutti ad interromperla per riprenderla all’interno del MeetUp con un argomento apposito.
L’assemblea sarà strutturata in due fasi: la prima, di massimo 30 minuti, in cui il portavoce farà un discorso al gruppo sui punti all’ordine del giorno, darà comunicazioni varie ed eventuali e permetterà un breve resoconto ai portavoce delle commissioni. La restante parte dell’assemblea dovrà permettere a tutti i membri di socializzare tra loro al fine di creare piccoli gruppi di interesse e di portare avanti le attività previste. Il portavoce dovrà quindi evitare che si crei una condizione di monologo o dialogo fine a se stesso, non relativo a costruttive azioni che riguardano il gruppo.

Articolo 4 - La Comunicazione esterna
Le comunicazioni del Meeetup  devono essere gestite tramite le piattaforme della rete, in rispetto delle linee guida date dal “Non Statuto”. Le comunicazioni si possono ritenere ufficiali solamente se approvate dal Meetup stesso ( Rete e riunioni) ed  inoltrate dal portavoce del gruppo di appartenenza o dal portavoce ufficiale scelto dal Meetup ( rete e riunioni) fra i membri, e cambiato a rotazione per garantire trasparenza ed equità.
Ciò che verrà deciso nelle riunioni delle singole commissioni o dell’Assemblea generale acquisisce ufficialità solo dal momento in cui viene relazionato sulla piattaforma MeetUp e viene approvato dalla maggioraza dei votanti attraverso il sondaggio.
Dal momento in cui tale relazione è stata approvata può essere pubblicata sul Blog e sulla pagina Facebook.

Articolo 5 - Comunicazioni interne
La comunicazione è l’elemento che permea ogni aspetto della vita del gruppo; pertanto tutti i membri sono invitati ad esprimersi, attraverso tutti i canali, con gentilezza e correttezza, nel pieno rispetto delle opposte vedute, allo scopo di creare uno scambio che sia sempre costruttivo.
Nell’ambito della piattaforma Meetup, prima di aprire una nuova discussione, controllare se l'argomento della discussione è stato già trattato; in questo caso ci si accoda alle discussioni già in corso. Scrivere opinioni, pareri e quant'altro solo se attinenti al tema della discussione.



Articolo  6 - Controllo gruppi di lavoro
Ogni gruppo di lavoro stabilirà al suo interno
-obiettivi
-attività
-organizzazione dei membri (compiti e responsabilità)
-portavoce
Ogni portavoce avrà il ruolo di condividere sulla piattaforma Meetup i casi all’oggetto di studio, le novità, i progressi fatti e l’eventuale richiesta di pareri e permessi necessari prima di svolgere qualunque azione a nome dell’intero gruppo Meetup ( inteso come rete e riunioni).